lunedì 23 ottobre 2017

Street art o vandalismo?




by Pier Carlo Lava
Alessandria:
C’è un netto ed evidente confine fra la Street art e il vandalismo, perciò a chi leggera questo Post e vedrà le immagini allegate, il compito di trarre le proprie conclusioni in merito.

Sarà capitato a tutti girando per Alessandria di notare murales e graffiti che vengono ormai definiti una forma di arte moderna, che lascia segni permanenti sui muri della città e che in molti casi riesce persino a valorizzare immobili in degrado.

Occorre però fare un distinguo tra la Street art, dove artisti anche di fama nazionale realizzano opere che si possono definire dei capolavori pittorici, come ad esempio il murales di piazza Gobetti realizzato sull’intera parete di una casa e chi invece commette degli scempi imbrattando i muri con frasi e scarabocchi che deturpano edifici e mura pubbliche o private.

A questo proposito in ogni città sarebbe opportuno creare dei luoghi per ospitare forme espressive di Street art, ed eliminare scritte o simboli che a volte risultano offensivi, oltre a prestare attenzione alfine di evitare che ne vengano creati di nuovi.

In Alessandria ci sono due zone in particolare dove è presente un mix di queste forme espressive, il sottopasso di via Mario Maggioli che da piazza Mentana (quartiere Pista vecchia) conduce al quartiere Cristo e sul retro dei muri del Centro commerciale Pacto nei pressi del Parco dei Deportati Ebrei, in piazzale Berlinguer sul retro dell’Ospedale Civile. 

C’è dunque un netto ed evidente confine fra Street art e il vandalismo, perciò a chi leggera questo Post e vedrà le immagini allegate, il compito di trarre le proprie conclusioni in merito.

La Street Art, una forma d'arte che si manifesta in luoghi pubblici, sovente illegalmente e con tecniche diverse.

Il murales è un dipinto realizzato su una parete, o altre superfici in muratura. 

I Graffiti nascono da scritte, in origine firme, che poi si sviluppano ingrandendosi e presentandosi in diverse realizzazioni.

Il vandalismo è un azione di danno e distruzione dei beni altrui, per puro divertimento o incuria. 


Nessun commento:

Posta un commento