mercoledì 2 agosto 2017

Venezuela, prelevati in casa due leader di opposizione. Le famiglie: "Maduro responsabile della loro incolumità"

La moglie di Leopoldo Lopez e la figlia di Antonio Ledezma diffondono la notizia su Twitter. I due oppositori del presidente erano ai domiciliari. Gentiloni su Twitter: "Inaccettabile. Italia impegnata contro rischio dittatura e guerra civile"
CARACAS - Nel suo primo discorso pubblico dopo l'elezione della Costituente, il presidente venezuelano Nicolas Maduro lo aveva preannunciato: l'organismo servirà per prendere misure contro il Parlamento, la Procuratrice Generale, i dirigenti dell'opposizione e la stampa indipendente. La scure sembra essersi già abbattuta sull'opposizione: le rispettive famiglie hanno fatto sapere su Twitter che Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma, entrambi ex sindaci di Caracas e due dei principali oppositori di Maduro, già agli arresti domiciliari, sono stati prelevati durante la notte dalle loro abitazioni.L'Italia, come la stragrande maggioranza della comunità internazionale, non ha riconosciuto l'esito della consultazione venezuelana.  Alle ultime notizie giunte da Caracas, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha diffuso un tweet: "Venezuela. Arresto dei leader opposizione inaccettabile. Italia impegnata contro rischio dittatura e guerra civile". Sul sito del governo, pubblicata anche la dichiarazione del premier, ieri in un'intervista: l'Italia non riconoscerà "l'Assemblea costituente voluta da Maduro". Continua a leggere….