sabato 12 agosto 2017

LXV Consiglio Federale Federazione Italiana Cineforum

LXV Consiglio Federale Federazione Italiana Cineforum
Dal 22 al 24 settembre l'appuntamento annuale con il Consiglio Federale FIC si tinge di #Giallo!
2 giornate di Convegno, 9 relatori. Ed è giunto il momento di scoprire il programma degli interventi!

• Giuseppe Previtali (Università degli Studi di Bergamo) – Lo strano vizio del cinema giallo. Corpi, identità deviate e genere nell’Italia degli anni Settanta.
• Giovanni Memola (University of Winchester) – La figura femminile nel contesto del giallo italiano dei ’70.
• Nuccio Lodato (critico, collaboratore di Cineforum - Rivista di cinema, ex docente di Storia e critica del Cinema all’ Università degli studi di Pavia) – «Persona informata sui fatti». De Cataldo e le mafie capitali.
• Roberto Chiesi (critico cinematografico, collaboratore di Cineforum - Rivista di cinema, responsabile del Centro Studi – Archivio Pasolini della Cineteca di Bologna) – Una poetica di disillusione e sconfitta. Jean-Claude Izzo e il cinema.
• Roberto Manassero, caporedattore dell’edizione on-line di Cineforum - Rivista di cinema, collaboratore del settimanale Film Tv e consulente alla programmazione delTorino Film Festival – Vizi di forma (non di sostanza). Il noir tra Chandler e P.T. Anders.
• Matteo Pollone (Dams Torino, Scuola Holden) – Sherlock Holmes a fumetti: l'adattamento di Giancarlo Berardi e Giorgio Trevisan.
• Anton Giulio Mancino (attivissimo critico cinematografico, assiduamente presente suCineforum - Rivista di cinema, docente di cinema presso l’Unimc / Università degli Studi di Macerata) – La scrittura politico-indiziaria: letteratura, atti processuali, schermo.
• Emanuela Martini (storica redattrice di Cineforum - Rivista di cinema, direttrice diFilm Tv, selezionatrice per la Mostra del Cinema di Venezia e attuale direttrice delTorino Film Festival) – Scrittori e spioni nel cinema inglese.
• Dick Tomasovic (Université de Liège), si occuperà infine dello scrittore intorno alla cui opera si muove l’intera manifestazione: Georges Simenon.