domenica 13 agosto 2017

Bruccia Terra, Aiello Giuseppe


Lirica inedita​ scritta da 
Capitano AIELLo Giuseppe

Bruccia Terra
Poche righe
Poche parole
Non si può ?

Guarda quella casetta
Dei miei Ricordi 
Della mia infanzia
Non c'è Più 
Il magico Fuoco la
Sta divorando
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Un pescatore mi ha visto
Crescere ,mi dice ''non l'hai
Mai usata,passiamo li le
Vacanze di Ferragosto.
Potevamo pranzare lì se
Vuoi.
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Perché siamo qui mi
Chiese la mia Donna
Un regalo,per Te 
Perché sono uno stupido
Un geloso,amo la natura
La solitudine.
Per farmi perdonare avevo
Comprato con i risparmi
Di una vita una casetta
In montagna.

Ma il Dio Fuoco se la sta
Divorando.
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Ti lascio un bacio appassionato
Mi dice,io ti amo tantissimo
L'importante che non stavamo
Li .
Bruccia Terra
Bruccia terra..

Ormai la gente non è più quella
Di prima,quanti animali morti?
Quanta fauna distrutta?
Quante piante piangono i loro
Cari?
Qua bruccia tutto
Bruccia Terra
Bruccia Terra

In mano incosciente
Un uomo amico del
Re degli inferi 
Dove li inneggiano 
Fiamme eterne
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Sadico uomo dove sei?
Perché non hai scrupoli
Esci allo scoperto non
Uccidere la macchia 
Mediterranea.
Quel povere piante che
Ancora esistono.
Una pianta ,un albero per
Diventare grande ci vogliono
Centinaia,migliaia di anni
Ricordati.
Sparisci
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Ora rinneghi la terra che ha
Nutrito i tuoi avi,
I genitori
Che uomo sei una coscienza
In te esiste?
Amore hai ?
Come ti fai chiamare Papà,
Nonno se amore non hai.
Bruccia Terra
Bruccia Terra

Ricordati uomo la natura è
Vendicatrice, chi lo fa deve
Aspettarsi la reazione di madre
Natura.
Non brucciare Terra
Rivivi Terra mia amata

Scritta da
Capitano AIELLo Giuseppe

Foto inedite dal Web