venerdì 4 agosto 2017

Bayern, tutti i guai di Ancelotti. E James Rodriguez si ferma per un mese

Difesa colabrodo (14 reti subite in 6 partite), regia latitante, condizione pessima. E Lewandowski fatica a ingranare
Quanto conta il calcio d’estate? Poco, anzi nulla. Almeno fino a quando le cose vanno bene. Perché se si perde le critiche sono comunque travolgenti. Ieri, dopo la sconfitta col Napoli, i giocatori del Bayern Monaco sono stati fischiati sonoramente. I dirigenti, imbarazzati, hanno dato ragione ai tifosi: quello dei bavaresi è infatti il peggior precampionato della storia del club. Eppure il 15 luglio, durante la Telekom Cup, il Bayern aveva battuto (in partite di 45’) l’Hoffenheim e il Werder Brema. Poi però, con la tournée in Asia e le amichevoli di livello (e su 90’) sono arrivati i problemi.
PREOCCUPAZIONI — Sono ben 14 i gol incassati dai bavaresi nelle 6 partite giocate con Arsenal (persa ai rigori), Milan (0-4), Chelsea (vinta 3-2), Inter (0-2), Liverpool (0-3) e Napoli (0-2). Nelle 17 partite del girone di ritorno dell’ultima Bundesliga il Bayern aveva incassato 12 reti, di cui 5 dopo che aveva matematicamente vinto il campionato. In queste amichevoli i bavaresi hanno sbagliato spesso in fase di impostazione. Senza Xabi Alonso (che si è ritirato) la circolazione di palla è improvvisamente incerta. Anche in attacco qualcosa non va: Lewandowski ha segnato un solo gol, per giunta su rigore. Sabato c’è la Supercoppa contro il Borussia Dortmund e Rummenigge ha ammesso di essere preoccupato: "Dobbiamo cambiare marcia. Spero che l’allenatore abbia la ricetta giusta". Müller ha invece lanciato una frecciatina contro la società e la decisione di effettuare la tournée in Asia: "Fino all’inizio del campionato abbiamo la possibilità di allenarci bene, non solo di recuperare le energie fra una partita e l’altra". Continua a leggere….