giovedì 6 luglio 2017

Versi bislacchi, Maria Teresa Tedde

Versi bislacchi
Maria Teresa Tedde Non ho voglia di parole: ne ho dette tante nella mia vita. 
Ho protestato tanto per una società diversa e libera. 
Ora la mia rivoluzione e la mia libertà è scrivere. 
Grazie Pier Carlo Lava, ecco la mia filastrocca libera: se lanci un sasso nello stagno...

Versi bislacchi creati qui per un buongiorno agli amici

Di cielo di sole di mare
di questi colibrì sul filo
della splendida Asinara all'orizzonte
di baci sulla fronte
ed anche sulla bocca
di Giuda Iscariota
della doccia che s'è rotta e fa tin tin
di questi fiori colorati
che riempiono i miei occhi
di racconti inventati sulla sera
dell'amicizia vera
di attimi di solitudine vagante
le cose sono tante
quando c'è poesia.
Delle rose appassite nel vaso
e non esiste il caso
quando guardi i suoi occhi.

Se lanci un sasso nello stagno
si crea movimento.
Anche se tace il vento.

Maria Teresa Tedde d.r.