martedì 25 luglio 2017

Nella Kabul sotterranea dell’oppio



Nella Kabul sotterranea dell’oppio
Laura Secci racconta il suo viaggio nella Kabul sotterranea invasa dall’oppio. Qui si rifugiano migliaia di disperati: madri con neonati, anziani e topi. Grazie ad annate di raccolti da record, dopo il ritiro della Nato dall’Afghanistan (2014) la droga ha vissuto un vero boom.