venerdì 14 luglio 2017

Macron: no ai migranti economici

Un ritardo di oltre mezz’ora. Per Emmanuel Macron pare sia normale, mentre Angela Merkel arriva che spacca il minuto, accolta da Paolo Gentiloni. Il vertice trilaterale sulla Nave Palinuro della Marina Militare tra Italia, Francia e Germania è il cuore del summit di Trieste dedicato ai Balcani Occidentali, e l’emergenza strutturale dei migranti è il capitolo più urgente e spinoso.Anche se novità clamorose non erano attese – c’è un confronto aperto e il processo è avviato dentro i meccanismi dell’Unione Europea, un “brulicare di riunioni” a partire da Frontex, dice Gentiloni – si puntava forse ad un cambio di toni, ma dalla Francia arriva una nuove forte chiusura. «Noi faremo la nostra parte in questa lotta. È un dovere, ma non possiamo accogliere uomini e donne che per motivi economici» arrivano nei nostri Paesi: questi e quelli (migranti economici e rifugiati, ndr) che chiedono asilo sono «due realtà diverse e non cederò a questo spirito di confusione imperante», dice senza tentennamenti Macron, che parla dopo la cancelliera e il premier. Continua a leggere…..