sabato 22 luglio 2017

Berlino alle imprese: Turchia a rischio

Sale la tensione fra Germania e Turchia e Berlino mette sotto pressione Ankara dal punto di vista economico. Il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha avvisato le imprese sul rischio di investire in Turchia e i turisti che intraprendere viaggi nel Paese non è più sicuro. Berlino, ha detto Gabriel, ritiene che sia il momento di una nuova politica verso Ankara, compresa una revisione delle garanzie pubbliche sui crediti alle esportazioni su questo mercato.La Turchia, ha sostenuto il ministro, dopo aver convocato l’ambasciatore turco a Berlino, «deve capire che le sue decisioni non sono senza conseguenze». A provocare l’intervento di Gabriel, che ha immediatamente ricevuto l’appoggio dall’ufficio del cancelliere Angela Merkel, è stato l’arresto nei giorni scorsi di un attivista tedesco per i diritti umani, Peter Steudtner, sotto l’accusa di sostegno a organizzazioni terroristiche, insieme a cinque esponenti di Amnesty International. Il caso Steudtner dimostra, secondo Gabriel, che «i cittadini tedeschi in Turchia non sono più al sicuro da arresti arbitrari» e di aver dato istruzioni in proposito ai consolati. I tedeschi rappresentano, con il 15% del totale, il gruppo più nutrito di turisti stranieri in Turchia. Continua a leggere…..