venerdì 2 giugno 2017

Et omnia vanitas, Maurizio Donte


Et omnia vanitas
Disprezza ogni pensiero,
ogni parola detta inutilmente,
la rabbia, il sole, l'ombra e la ragione
mentre è il nulla che appare
esternamente. Vivi in ogni cambio
di stagione, nei passi
che pensavi di muovere sul mondo.
Niente sta nell'attesa;
si scorda il tempo sempre
di qualsiasi esistenza
e mette in sonno il sogno, le speranze,
gli amati giorni che passano lievi
per esser divorati dal domani.
Non posa l'orma d'uomo sulla terra
che già di lui svanisce
al vento ogni ricordo,
ché tale è la natura
nostra sopra la Terra:
il viver niente. Si passa nell'ombra
rapidamente e vanità e rimorso,
restano, e poca gioia;
di lei l'amore e dopo, il suo rimpianto.

Maurizio Donte