venerdì 2 giugno 2017

CUORI IN TEMPESTA, Loredana Mariniello


CUORI IN TEMPESTA
Fu una tempesta
quella nostra passione,
ci dilaniò il cuore
fino a farci morire.
Mordendomi la pelle
dell'anima ti impossessasti
privo di pudore.
Non sai con qual dolore,
chinai il mio candore
agli austeri piedi del tuo volere
per ungermi le labbra
di un nuovo sapore
in quella notte
in cui il brivido
si mescolò al piacere.
Nell'odio abbiamo
obliato quel mai vissuto futuro,
non eri scritto
nel libro del mio destino
eppur, oggi chissà
perchè dagli occhi
una lacrima mi cade piano
si ferma raccogliendosi
nel palmo di una mano,
così come quel ti amo
in fine discioltosi in fumo.
Perchè fu giudicato
così tanto insano
quel nostro sentimento
nato in un talamo
limpido e puro ?