sabato 6 gennaio 2018

Peppino Impastato, a 70 anni dalla nascita. di Lia Tommi

di Lia Tommi,  Alessandria 
“Io voglio fottermene! Io voglio gridare che la mafia è  una montagna di  merda!”

Il 5 gennaio 1948 nacque a Cinisi Peppino Impastato,  giornalista, attivista e poeta. Nel 1976 fondò  Radio Aut, radio libera e autofinanziata,  con cui denunciò gli affari mafiosi di Cinisi e Terrasini. Due anni  dopo si candido’ nella lista di Democrazia Proletaria  alle elezioni comunali,  ma durante la campagna elettorale  venne assassinato. Il suo corpo venne fatto esplodere con il tritolo sui binari della ferrovia. Pochi giorni dopo,  Cinisi lo elesse simbolicamente.Sulla sua storia è  stato realizzato nel 2001  il film “I cento passi”, di Marco Tullio Giordana , che prende il titolo dalla distanza tra casa Impastato e quella del boss  Gaetano Badalamenti.Stesso nome è  stato scelto per l’azienda vinicola, costituita vicino a Palermo da due cooperative del progetto Libera Terra,che gestiscono beni confiscati  ai boss di  Cosa  Nostra.