domenica 7 gennaio 2018

M5s, in 15mila per le Parlamentarie: staff in ansia (anche per un indirizzo sbagliato…)

Gaffe - Inviata a tutti una email con la casella a cui inviare la documentazione. Ma il civico era sbagliato. Partita la (difficile) scrematura
La carica dei 15mila. Tante sono le autocandidature per le Parlamentariedel M5S, stando alle indiscrezioni. Una valanga che quasi preoccupa i capi e lo staff di Milano. Sotto massima pressione, perché ora il timore è quello di imbarcare impresentabili e opportunisti. Tanto che il candidato premierLuigi Di Maio un paio di giorni fa ha ricordato che “il M5S non è un taxi su cui salire per entrare in Parlamento”.Così è già scattata la seconda fase di verifica, con tutti gli aspiranti candidati che entro il 15 gennaio dovranno inviare con raccomandata al comitato elettorale a Roma il certificato penale, quello dei carichi pendenti e il cosiddetto certificato 335, se a conoscenza di indagini a loro carico. Peccato però che lo staff abbia inviato a tutti una mail con un indirizzo sbagliato, il numero 3 di via Piemonte, mentre il civico giusto è il 32. E allora la Casaleggio ha dovuto rimediare inviando una nuova email con il recapito corretto, concedendo a chi aveva già spedito la documentazione di spedire nuovamente tutto tramite posta elettronica. Continua a leggere….