mercoledì 10 gennaio 2018

Il candidato premier del M5S a Porta a Porta

 Di Maio ci ripensa: non è più il momento di uscire dall'euro
 Il referendum sulla moneta unica è una "extrema ratio", dice il leader pentastellato. Sì a candidati esterni al Movimento. L'emergenza rifiuti a Roma? "I governatori del Pd fanno campagna eletttorale"
Luigi Di Maio cambia opinione sulla moneta unica: "Non credo che per l'Italia sia più il momento di uscire dall'euro" anche perché per l'Italia "ci sarà più spazio" visto che "l'asse franco-tedesco non è più così forte come prima", dice il capo politico del M5S ospite a Porta a Porta su Rai1. "Il referendum sull'euro è una extrema ratio, che spero di non dover usare", afferma.
Sì ai candidati esterni, rafforzano il M5S
 Poi il candidato prermier dei pentastellati parla dei candidati nei collegi. "Per gli uninominali individueremo persone del territorio che siano capaci di fronteggiare gli avversari. Questo significa anche dare opportunità a persone che lavorano nella scuola, nelle associazioni, ad imprenditori, di partecipare a questo percorso. Noi abbiamo rafforzato le regole e questo arricchirà il nostro gruppo". E sottolinea: "I partiti stanno individuando i candidati a tavolino, noi siamo facendo una selezione pubblica e stiamo individuando le migliori menti". Poi:  "Chi vuole candidarsi nei proporzionali fa le parlamentarie. Per chi vuole candidarsi nei collegi uninominali, sempre rispettando le regole e i valori del Movimento, come capo politico avrò le possibilità di individuare le persone sul territorio. Imprenditori, persone che lavorano nelle associazioni, nella scuola". Continua a leggere….