sabato 6 gennaio 2018

Civici Popolari, martedì la presentazione del simbolo

Verso le elezioni
 Dellai: Margherita trentina non si confonde con Margherita di Rutelli. Lorenzin: su logo noi non furbetti 
05 gennaio 2018
 "Noi stiamo andando avanti secondo il nostro programma, e alla immediata ripresa, martedì prossimo, avremo la partenza ufficiale, compresa la presentazione del simbolo". Lo dice al telefono Lorenzo Dellai, tra i promotori di Civici Popolari, che assicura che il simbolo del nuovo soggetto (quello della Margherita trentina già usato nelle elezioni del2013) "non rischia di confondersi con quello della Margherita di Rutelli", al quale però indirizza una battuta polemica: "Lo spazio politico non lo si può brevettare". "Il simbolo - spiega Dellai - consegue il progetto politico, e noi non vogliamo dar vita a una lista solo per negoziare collegi uninominali, ma intendiamo costruire una coalizione con il Pd". Ma comparirà una margherita nel simbolo? Dellai, promotore nel 1998 di una Lista civica denominata Margherita alla quale si ispirò nel 2001 il partito guidato da Rutelli, replica: "Forse apparirò anche noioso, ma queste sono polemiche fondate sul presupposto che noi volessimo rapinare i simboli altrui. Quando presenteremo il nostro simbolo si vedrà che non ha il rischio di confondersi con quello della Margherita di Rutelli. Le polemiche sollevate dai liquidatori del partito di Rutelli nascono sul nulla e sul pregiudizio. Se qualcuno vuole forzare faccia pure, ma le norme le conosciamo anche noi". "Il nostro simbolo è depositato in Parlamento (essendo stato usato alle politiche del 2013, ndr) - insiste Dellai - e non è confondibile con la Margherita di Rutelli. Non vedo elementi di contenziosi di natura giuridica e politica. Poi uno spazio politico non può essere brevettato, fermo restando le norme a tutela dei simboli che conosciamo e intendiamo rispettare". Continua a leggere…..