venerdì 6 ottobre 2017

Un viaggio in autobus, con una vecchia signora

by, Pier Carlo Lava
Alessandria: Con la solita vecchia signora (quella che tempo fa aveva fatto osservazione ad una persona in divisa perchè aveva gettato per terra la carta di un panino) avevamo deciso di farci un giro in autobus.
Per lei era una consuetudine prenderlo, dato che tutti i santi giorni andava al cimitero a trovare il marito, mentre per quanto mi riguardava  devo dire che non ho memoria dell’ultima volta che l’avevo preso. 
Forse sarebbe stata la prima volta  che l’avrei utilizzato per degli spostamenti  e come dicono i nostri vecchi, quando si mangia un frutto all’inizio stagione, si dovrebbe esprimere un desiderio. 
Il programma prevedeva la partenza dal quartiere Borsalino, con la prima tappa in piazza Garibaldi e una sosta per prendere un buon caffè dopo nuovamente alla fermata, in attesa di un altro autobus, per fare un giro al quartiere Cristo e infine ritornare da dove eravamo partiti. 
La vecchia signora al Cristo ci aveva abitato in passato ma non essendoci più stata da tempo, aveva espresso il desiderio di ritornare a visitarlo, per rendersi conto di come era cambiato e per vederlo meglio voleva farlo in autobus. 
Decidiamo quindi la data in cui partire, al mattino presto ci saremmo recati alla fermata di via Don Giovine (nelle vicinanze di casa), l’arrivo dell’autobus come precisato in un cartello appeso sulla parete della pensilina, era previsto per le 9,45, saremmo sicuramente arrivati in anticipo e ci saremmo accomodati sulla panchina in attesa che arrivasse e, dato che nel quartiere ci conosciamo tutti, nell’attesa avremmo certamente scambiato quattro parole con i presenti. 

Per fare tutto il giro, avremmo impiegato un bel po di tempo, che a lei non mancava e io avevo deciso di dedicarglielo.
Avevo immaginato che al ritorno sarebbe stata felice come se le avessi fatto un bel regalo e io contento di avere soddisfatto il suo desiderio.
Tra l’altro ora gli autobus che passano dal quartiere Borsalino sono nuovi e quindi non ci sarebbe stato il rischio che si guastasse e di doverlo spingere... .

Purtroppo il destino che a volte ci mette lo zampino, ha deciso diversamente, dato che poco prima della partenza la vecchia signora è caduta procurandosi diverse fratture, dalle quali non si è ancora completamente ripresa e a seguito delle stesse è ancora ricoverata presso una casa di riposo, seguita con tutte le attenzioni dal personale interno e dalla figlia che va a trovarla ogni giorno. 
Ma ora non so se questo viaggio in autobus avremo ancora la possibilità di farlo o rimarrà un sogno, solo il tempo ce lo potrà dire.

Nessun commento:

Posta un commento