martedì 31 ottobre 2017

Il primo arresto del Russiagate è nel clan di Trump


Il primo arresto del Russiagate è nel clan di Trump

Paul Manafort, l’ex capo della campagna elettorale di Trump, e Rick Gates, uomo d’affari legato al tycoon, raggiunti da un ordine di arresto, si sono consegnati all’Fbi. Sono 12 i reati contestati nell’ambito dell’inchiesta Russiagate, anche se i capi d’accusa si riferiscono principalmente a riciclaggio e frode fiscale. Manafort, che si è dichiarato “non colpevole”, rischia fino a 80 anni. Gianni Riotta ne racconta il personaggio, da membro influente nella squadra del presidente a personaggio scomodo, spiegando che l’Fbi sta seguendo la difficile pista dei “dollari riciclati”.

Nessun commento:

Posta un commento