sabato 30 settembre 2017

VI edizione Raduno Multiepocale di Gruppi Storici presso la Cittadella di Alessandria

VI edizione Raduno Multiepocale di Gruppi Storici presso la Cittadella di Alessandria
- 01 ottobre 2017 –
Considerato il grande successo di pubblico delle passate edizioni, l’Associazione Aleramica di Alessandria organizza per la sesta volta, il 01 ottobre 2017, il Raduno di gruppi di rievocazione storica di tutte le epoche, presso la Cittadella di Alessandria.
Lo scopo con cui nacque questo evento fu innanzitutto quello di dar vita ad un raduno di “addetti ai lavori della rievocazione”, un’iniziativa mai tentata fino ad allora nella nostra Regione, poi coronata con successo e divenuta ispirazione per altri eventi similari nel nord Italia. Il secondo scopo era quello di raccogliere, insieme al FAI – Delegazione di Alessandria, le firme necessarie ad eleggere la Cittadella di Alessandria “Luogo del cuore che, grazie anche e soprattutto a questo evento è riuscita a raggiungere il suo obiettivo e ad arrivare prima in classifica nazionale. 
Da allora altri importanti traguardi sono stati raggiunti: la devoluzione da parte del FAI nazionale di 50.000 euro per la lotta all’ailanto, una pianta altamente infestante, principale responsabile del degrado della Cittadella e infine la decisione da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, subentrato all’Agenzia del Demanio nel mese di febbraio, di investire la cifra di 25 milioni di euro per consentire di intervenire in modo significativo e avviare, d’intesa con la Regione Piemonte, con il Comune di Alessandria e con gli altri importanti soggetti istituzionali interessati, un serio dibattito sulla destinazione da consegnare a questo importante pezzo del patrimonio nazionale. Un percorso condiviso con il territorio affinché nella Cittadella venga realizzato un grande intervento di respiro internazionale.
Anche quest’anno l’Associazione Aleramica intende impegnarsi nella salvaguardia della fortezza perseguendo, con il VI Raduno Multiepocale di Gruppi Storici lo scopo, benefico, di raccogliere fondi (tramite offerte libere da parte di pubblico e partecipanti) necessari ai volontari per gli innumerevoli lavori di manutenzione di cui necessita la Cittadella di Alessandria. Un altro importante obiettivo sarà quello di offrire a tutti i rievocatori del Centro-Nord Italia, che hanno spostato la nostra causa e che amano quanto noi questa fortezza, la possibilità di “fare rete” tra loro, promuovendo un momento di incontro che coinvolga epoche differenti (occasione assai raramente possibile in altri tipi di manifestazione).
La manifestazione è oramai un appuntamento fisso che porta ogni anno in Cittadella numerosi rievocatori storici con lo scopo di fornire al pubblico la possibilità di vivere un'esperienza unica nel suo genere, ovvero quella di fare letteralmente una "passeggiata nella Storia”. Accedendo alla spettacolare piazza d'Armi si seguirà infatti un percorso che porterà dai Celti fino ai giorni nostri. Altissima la qualità dei gruppi storici che interverranno. 36 gruppi - per un totale di 460 rievocatori - verranno collocati nell’anello centrale della piazza d’arme in ordine cronologico, in base al periodo storico rappresentato; ogni gruppo stazionerà per l’intera durata della manifestazione tramite l’allestimento di un proprio campo (tende storiche, strutture d’epoca, armi, utensili, ecc.), all’interno del quale tutti i rievocatori svolgeranno per l’intera giornata le proprie attività promuovendo il proprio gruppo storico. Nell’arco della giornata, all’interno dell’area spettacoli, allestita al centro della piazza d’arme, ciascun gruppo avrà inoltre un momento dedicato in esclusiva in cui proporre un assaggio della propria offerta storico/artistica.

Tra le particolarità di questa sesta edizione segnaliamo:
  • Il Raduno diventa una Practical School: grazie alla preziosa collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, quest’anno il raduno approda sui banchi universitari. Gli studenti del corso di studio di Scienze del Turismo dell’Università di Torino studieranno l’organizzazione dell’evento per meglio comprendere quali sono i passi necessari da intraprendere in quello che potrebbe diventare il loro futuro lavoro. Considerato il successo nelle precedenti edizioni, anche quest’anno verranno organizzate le visite guidate tra i campi dei gruppi storici, disposti in ordine cronologico nella Piazza d’Arme: gli studenti dell’Università di Torino, insieme alla Prof.ssa Laura Bonato, condurranno gruppi di visitatori tra gli accampamenti, fornendo notizie generali sul periodo storico rappresentato e permettendo poi ai rievocatori di mostrare le proprie attività. 
  • Laboratorio per bambini; grazie ad una preziosa collaborazione, l’ASM Costruire Insieme propone un’attività dal titolo “Creatività a strappo” in cui i bambini, a partire dalle ore 15, potranno creare un paesaggio con la tecnica dello "strappo". Verrà loro fornito un supporto di cartoncino nero a forma di cornice sul quale andranno applicate strisce di carta temperata, sovrapposte una sull'altra, per formare paesaggi fantasiosi. Al termine verrà offerta la merenda della Centrale del latte e un piccolo omaggio per i partecipanti, che potranno iscriversi direttamente presso lo stand collocato nell’area giochi in Cittadella. L’attività è rivolta ai bambini dai 3 ai 10 anni.
  • Format Vivi la Storia, i gruppi storici che hanno aderito a questa iniziativa metteranno a disposizione vestiario, equipaggiamenti e un tutor personale per far vivere davvero la Storia in prima persona ad alcuni ospiti esterni, che potranno trascorrere un’intera giornata da rievocatori storici.
Gli ospiti saranno selezionati dall'Associazione Aleramica tra giornalisti, blogger, opinion leader, ma anche tra chi ne ha fatto richiesta spontaneamente. Tutte le informazioni sul format, il regolamento e il modulo di iscrizione sono disponibili al link http://www.aleramica.it/cms/index.php?page=raduno-multiepocale .

Il programma in breve:
Domenica 1 ottobre l’apertura della manifestazione in Cittadella è prevista alle ore 10.00, quando una scenografica cerimonia di apertura darà ufficialmente il via alle attività dei gruppi storici e ai momenti formativo-didattici che si susseguiranno per l’intera giornata, fino alle ore 19.00. Poco più tardi, alle ore 11.30 circa, un imponente e suggestivo corteo storico multiepoca sfilerà per le vie del centro cittadino, partendo dalla Cittadella, attraversando il ponte Meyer fino ad arrivare in Piazza della Libertà, con brevi esibizioni durante il percorso. Imperdibile, alle ore 16.00, l’immenso e spettacolare corteo storico multiepoca all’interno della Cittadella, al termine del quale è prevista la consegna degli omaggi ai gruppi storici e il saluto delle autorità locali. La chiusura dell’evento avverrà alle ore 19.00.
Esibizioni a rotazione nell'area spettacoli dalle 10.15 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00.
Banchetti storici presenti durante tutta la giornata.
Ingresso gratuito (offerte libere e spontanee saranno raccolte dai volontari del FAI – Delegazione di Alessandria).
Visite guidate della fortezza saranno organizzate nel corso dell’intera giornata dai volontari del FAI – Delegazione di Alessandria.

Un sentito ringraziamento è dovuto agli sponsor, che con la loro solidarietà e il loro prezioso e ineguagliabile contributo renderanno possibile l'organizzazione dell'evento:
Centrale del Latte di Alessandria e Asti, Luigi Lavazza S.p.A., MFstudios, Viticoltori Associati Vinchio-Vaglio Serra, EdilSerramenti, Gruppo Amag, Euromaster - Gomme e Motori srl, Agenzia Immobiliare Habitat, Strapizzami, Croce Rossa di Cassine, Proloco di Fiondi, Tecnoluce, Artexpo, ASM Costruire Insieme.

L’evento è stato patrocinato da: Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Comune di Alessandria, Consiglio Regionale del Piemonte, Regione Piemonte.

Elenco dei gruppi selezionati per la VI Edizione 

  1. Nona Regio
  2. Teuta Vertamocori
  3. La compagnia dell’Unicorno
  4. La Storia
  5. Sextum
  6. L’Arc
  7. Winniler
  8. Sagitta Historica
  9. Compagnia della Spada di Aulla
  10. Confraternita del Torrione
  11. Gualdana del Seprio
  12. La Compagnia del Galletto 
  13. Compagni di Viaggio
  14. Compagnia Bianca di Milano
  15. Le spire del lupo
  16. Flos et Leo
  17. Media Aetas
  18. Contrada delle Braide
  19. Compagnia del Cardo e del Brugo
  20. La Corte di Venaria Reale
  21. Incisa 1514
  22. Compagnia Picca e Moschetto 
  23. Les Armes de Savoje
  24. 59eme demi-brigade d’infanterie de ligne di Marengo
  25. 111eme Regiment d’Infanterie de ligne
  26. Compagnia de le Quatr’arme
  27. 23 marzo 1849
  28. Arma Dotta
  29. Plotone Ippolito Nievo
  30. Carabinieri Reali del Podgora
  31. Compagnia C. De Cristoforis
  32. 10th Mountain Division historical reenactment unit 
  33. Borgo Viatosto
  34. Sala d’arme Achille Marozzo
  35. I Credendari
  36. I Cavalieri del Conte Verde
L'evento rappresenta anche un'ottima occasione per poter visitare la Cittadella di Alessandria, uno dei più grandiosi monumenti europei nell'ambito della fortificazione permanente del XVIII secolo, uno dei pochi ancora esistenti in Europa.
Si tratta dell’unica fortezza europea ancora oggi inserita nel suo contesto ambientale originario: non esiste uno schermo di case che chiude la visuale dei bastioni, o una strada ad alta percorrenza a circondare i fossati. Un perfetto esempio di fortificazione alla moderna, si compone di sei fronti bastionati forniti di cavalieri, collegati da spesse cortine rettilinee e percorsi da gallerie e casematte. Tra le meglio conservate d'Italia, sorge sulla sponda sinistra del fiume Tanaro. 
Sui bastioni della Cittadella di Alessandria venne innalzato il 10 marzo 1821, per la prima volta nella storia d'Italia, il vessillo tricolore da parte del congiurato colonnello Ansaldi.
Dal 2006 la Cittadella (già monumento nazionale) è stata inserita nella "Tentative List" per la candidatura alla Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO.
Il 18 giugno 2010 è stato inaugurata l'Esposizione permanente di uniformi, armi e cimeli del Regio Esercito in Italia dal 1848 al 1946. La collezione proviene da un fondo privato del Cav. Anselmo Aliberti di Saluzzo ed è composta da 1.500 pezzi, tutti originali tra il 1848 e il 1946.



Nel mese di febbraio 2013 è stato infine comunicato dal FAI - Fondo Ambiente Italiano che la Cittadella di Alessandria ha ottenuto la prima posizione nella classifica dei ‘Luoghi del Cuore 2012’ per il 6º censimento dei luoghi italiani più amati al mondo.

Nessun commento:

Posta un commento