sabato 30 settembre 2017

Introvabile il vaccino antitetanico, all’Asl in arrivo trecento dosi dalla Francia

Farmacie sprovviste: le ditte produttrici non lo consegnano da Ferragosto. La campagna di immunizzazione prosegue però regolarmente
Il rischio di contrarre il tetano non è elevato. Quando però c’è questo timore, ad esempio nel caso di ferite contaminate da terriccio o frammenti di legno o metallo, il ricorso al vaccino è altamente consigliato, poiché la malattia è letale nel 50% dei casi. Solo che se ci si reca in farmacia per acquistare la dose necessaria ci si sente rispondere che non è disponibile.  «È vero - conferma il dottor Marcello Pittaluga, presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia -, è da Ferragosto che non arrivano rifornimenti». Il problema esiste e non è solo su base locale, come confermano in uno dei maggiori depositi di distribuzione di farmaci alle porte di Torino: «Le aziende produttrici non inviano il vaccino». Sono due i farmaci disponibili sul mercato ed entrambi mancano. Il motivo di questa carenza non si conosce.  È vero che non c’è fortunatamente una grande richiesta, però oltre alle persone che devono affrontare un’emergenza, ci sono coloro che hanno la necessità di garantirsi la copertura attraverso il richiamo.  Continua a leggere……


Nessun commento:

Posta un commento