venerdì 11 agosto 2017

NOTTE DI SAN LORENZO, Anna De Filpo


NOTTE DI SAN LORENZO
Si farà notte presto,
accenderai di stelle il tuo cielo
e come alberi caduti in foresta,
migliaia di occhi scruteranno la via
dalla radura del cuore,
chi cercando un sogno ormai perso
chi un rifugio celeste,
chi rovinando in pensieri
per una sorte capestre,
o per un viso di donna disegnato nel buio,
o per un uomo mai avuto,
per un uomo perduto
che porse i suoi occhi
adagiandoli in lago nei suoi,
e tu, cielo punturato di stelle,
pure stanotte brillando di scie e fiammelle,
lacrimando nei tanti desideri,
caldeggiando le speranze del mai,
fede e speranza, in molti cuori accenderai.
Oh, dimmi, di quante attese trabocchi?
A chi concederai la tua magia?
Guarda! Pareggia il conto della vita,
fa' che giustizia sia!
Chi è disperato e arreso, privilegia!
Sorriso e fauste stelle fermagli sulla via,
se questi sono i sogni,
i sogni che si avverano in magia.

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO @ Copyright.
10/ 08/2017