lunedì 7 agosto 2017

L’ospedale di Alessandria sta diventando una “colonia di cuneesi”… che sono “uomini di mondo”

Alessandria (Max Corradi) – Chi dirige l’ospedale di Alessandria viene (in senso professionale) da Cuneo e, come Totò che a Cuneo diceva di aver fatto il militare, se non fosse una donna, sarebbe un uomo di mondo ma, per non mancare di rispetto a nessuno, diremo che è una “uoma” di mondo.Si tratta della dottoressa Giovanna Baraldi che, prima di venire qui da noi nel 2015 e dopo aver fatto casino a Pescara per cui è rinviata a giudizio, dirigeva l’Aso di Cuneo, essendo una “Moirano girl” come l’ha definita qualcuno, cioè facente parte del cerchio magico del dottor Fulvio Moirano, re incontrastato della sanità piemontese, un savonese successore del nostro Renato Balduzzi alla guida di Agenas, l’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, dipendente dal ministero della salute, quindi, nel 2012, vicepresidente del nuovo Cda di A.M.O.S. Spa (Azienda Multiservizi Sanitari Ospedalieri che opera nell’ambito della sperimentazione gestionale nel settore sanitario voluta dalla Regione Piemonte) di cui era stato uno dei promotori.L’altra “Moirano girl” che, guarda caso, è arrivata l’anno scorso pure lei dal capoluogo della Granda, è tale Elide Azzan, 53 anni, nominata direttrice sanitaria dal direttore della Asl Alessandria Gilberto Gentili. La Azzan è stata consulente in A.M.O.S. di Cuneo (più di mille dipendenti) dal 1° gennaio del 2006 al 30 giugno del 2007, quella A.M.O.S. di cui è stato vice direttore Fulvio Moirano (dopo essere stato nominato direttore di Agenas), che è partecipata da A.S.O. “S. Croce e Carle” di Cuneo al 34,93%, A.S.L. CN1 al 33,40%, A.S.L. Asti al 25,05%, A.S.L. CN2 al 4,18% e A.O. Nazionale “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria al 2,44%. Continua a leggere….