giovedì 10 agosto 2017

Kim Jong Un non si ferma, vuole colpire la base Usa di Guam. Trump: "Non mi fate usare l'atomica"

Criticata la veemenza del presidente Usa. Ma dall'isola il governatore sminuisce l'allarme, mentre Tillerson dice agli americani: "Dormite sereni"
Nel mirino di Kim finisce l'isola di Guam. Secondo quanto riportano i media internazionali citando fonti militari di Pyongyang, la Corea del Nord starebbe "considerando" un piano per colpire con un missile a raggio intermedio la base Andersen della Us Air Force che ha sede nell'isola di Guam, nel Pacifico a soli 3.400 km da Pyongyang. Manovre che il segretario di Stato americano Rex Tillerson minimizza, invitando gli americani a "dormire sereni", perché "non c'è una minaccia imminente" da parte della Corea del Nord. Parole di tutt'altro tenore rispetto alle parole veementi di Donald Trump, che hanno subito sollecitato Berlino e Pechino a un generale invito alla calma.In un tweet, Donald Trump scrive che "il mio primo ordine da presidente è stato rafforzare e ammodernare il nostro arsenale nucleare. È ora più forte e più potente che mai. Speriamo di non dover mai usare questa forza ma non ci sarà un momento in cui non saremo la nazione più potente del mondo". Continua a leggere……