giovedì 3 agosto 2017

Italiani sul web: quanto e come utilizziamo Internet

Aumenta il traffico Internet in Italia, aumentano gli accessi unici alla rete e – di conseguenza – aumenta anche la spesa media annua per accedere ai servizi di comunicazioni: al punto che, oggi, la suddetta voce rappresenta oramai una delle spese più alte per le famiglie, seconda solo ai costi legati alla casa. Stando all’indagine AGCOM, infatti, l’aumento della spesa è stato notevole rispetto allo scorso anno, considerando la crescita del +32,6% legata ovviamente ad un aumento del traffico molto consistente (+46% per quanto concerne i volumi di navigazione). Oggi, infatti, il 97% delle abitazioni dispone di una connessione web che viaggia dai 2 ai 20 Mbps, e anche il settore del Mobile ha registrato un aumento molto consistente: 1,3 milioni di linee su base annua.
Come scegliere la migliore offerta Internet?
Navigare in rete, oggi, significa anche capire quale tariffa scegliere, dato che non sono tutte uguali e di conseguenza non tutte costano cifre che rispecchiano le rispettive abitudini di navigazione sul web. Ad esempio, prima di scegliere una connessione sarebbe meglio chiedersi se l’uso del telefono fisso è frequente o se invece si può anche farne a meno e ottenere un considerevole risparmio. Un’altra domanda da porsi è quanto effettivamente viene utilizzata la rete e, di conseguenza, scegliere se optare per un abbonamento mensile o per un piano a consumo.
Anche la velocità di navigazione e la copertura sono due aspetti importantissimi da tenere in considerazione. In ogni caso per districarsi al meglio in questo settore e avere una conoscenza più ampia e in poco tempo del mercato della telefonia è meglio utilizzare portali comecomparasemplice.it per confrontare tutte le tariffe Internet casa e scegliere la più adatta alla propria situazione.
Siti web: quali sono i più cliccati dagli italiani?
Volendo categorizzare i click degli italiani in rete, non potremmo che partire da Google, il re dei motori di ricerca, che spicca in prima posizione nella classifica tricolore, e che ritroviamo anche in terza posizione nella sua versione .com. A seguire, troviamo due social network: YouTube, famosissima piattaforma di aggregazione video, e ovviamente Facebook, re dei social di moderna concezione. Poi, per quanto concerne la categoria e-commerce, è Amazon a dominare la classifica dei siti più cliccati dagli utenti italiani in rete, seguito subito dopo da Ebay. Tuttavia gli italiani amano anche e soprattutto informarsi su Internet: non stupisce, dunque, il successo di portali come Wikipedia, Repubblica, Corriere e Blastingnews.
Facebook: le tipologie di utenti più diffuse
Chiudiamo il nostro articolo con un divertente approfondimento su Facebook. Quali sono le tipologie di utenti più diffuse sul social? Come emerge da una ricerca made in USA al primo posto troviamo gli urlatori ed i maniaci dei selfie: nel primo caso si tratta di utenti che cercano di ottenere attenzioni postando status in continuazione e abusando del CAPS (maiuscolo), mentre nel secondo caso non servono approfondimenti, dato che tutti noi abbiamo almeno una decina di amici dipendenti dalla selfie-mania. A seguire, troviamo una categoria “silente” che usa Facebook per informarsi sulla vita degli altri, ovvero quella degli osservatori. Infine, ecco l’integrato: l’utente che usa Facebook per diffondere notizie interessanti sul mondo che ci circonda, e che dunque utilizza questo social come canale informativo.