sabato 5 agosto 2017

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: “ALZIAMO IL LIVELLO DI GUARDIA”

L’Audizione in IV Commissione della Commissione Regionale Pari Opportunità insieme all’associazione In Punta di Cuore ci ha permesso di approfondire molti aspetti dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Tali patologie (anoressia e bulimia) rappresentano la seconda causa di morte fra i giovani compresi tra i 12 e i 25 anni. I soggetti più colpiti sono le giovani donne in età compresa tra i 12 e i 35 anni ma il fenomeno è in aumento anche nella popolazione maschile. Per curare i Disturbi del comportamento alimentare serve una diagnosi precoce per scongiurare il più possibile la cronicizzazione del disturbo con una equipe multidisciplinare che contenga figure professionali dell’area psichiatrica, psicologica e dell’area nutrizionale.
In Piemonte abbiamo alcuni punti di eccellenza come quello dell’ospedale di Lanzo che nel 2016 ha ospitato 3371 visite e accolto 132 nuovi casi, quello dell’ASL CN1 che è un’efficiente struttura ambulatoriale, il centro di riferimento della Città della Salute di Torino e la Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infantile Regina Margherita di Torino.
In accordo con l’Assessore Regionale Saitta dovremo impegnarci nel replicare anche in altre zone del Piemonte queste esperienze giudicate positivamente dai genitori dei pazienti intervenuti in Commissione. Ci lavoreremo, serve al Piemonte.