sabato 5 agosto 2017

Così le Ong si accordavano con gli scafisti



Così le Ong si accordavano con gli scafisti
Dall’inchiesta di Trapani emergono nuovi dettagli sui contatti tra gli scafisti e l’Ong tedesca Jugend Rettet a cui è stata sequestrata la nave Iuventa. In particolare si scopre che i soccorsi venivano concordati al telefono con i trafficanti libici. La conferma arriva dalle intercettazioni telefoniche in cui un’operatrice dava indicazioni sull’orario d’inizio della missione. Intanto salgono a quattro le adesioni al regolamento di condotta voluto dal Viminale.