giovedì 6 luglio 2017

Verde sparito: nel 2016 il cemento in Piemonte si è mangiato 570 campi da calcio. Danni da 35 milioni

Lo scorso anno consumati 400 ettari di suolo, in gran parte terreno ad alta produttività agricola
Non si ferma il consumo di suolo. L’anno scorso in tutto il Piemonte sono spariti altri 400 ettari di terreno, la maggior parte ad alta produttività agricola. Solo in provincia di Torino sono scomparsi 112 ettari, l’equivalente di 160 campi di calcio appiccicati l’uno all’altro. A livello regionale, così è già stato consumato il 14% di suoli ad elevato pregio. Per la prima volta è stato anche calcolato il costo economico associato alle perdita di servizi dell’ecosistema: più di 10 milioni l’anno solo nel torinese. Mentre nel resto della regione si parla di un valore complessivo compreso tra i 14 e i 25 milioni. Una stima che comprende le ricadute negative sulla qualità dell’habitat, la produzione agricola e legnosa, la protezione dell’erosione dei terreni e anche l’impollinazione. Contnua a leggere……