sabato 22 luglio 2017

Vannucchi sotto i ferri, tornerà soltanto nel 2018

L’intervento in clinica a Torino, lunghi i tempi di recupero
Vannucchi inizia il giorno più lungo: oggi, il portiere dei grigi verrà operato alla spalla nella clinica torinese Fornaca, per ridurre la frattura che si era procurato sabato in allenamento. Per provare a togliere da sotto la traversa una palombella di Servili, era ricaduto all’indietro ed era rimasto fermo toccandosi la parte dolente. Nessun grido ma una smorfia che non prometteva nulla di buono: l’arrivo di gran carriera del dottor Salvucci, responsabile dello staff medico al seguito della prima squadra, aveva subito confermato che le cose per Vannucchi non si mettevano al meglio e che c’era qualcosa di serio. Il giorno dopo, il numero uno aveva il braccio immobilizzato: a inizio settimana gli accertamenti e la diagnosi della frattura. Nella prestigiosa struttura medica situata in pieno centro a Torino (lì è stato operato Marchisio e tutti i giocatori della Juventus fanno le visite pre-tesseramento) il portiere resterà in degenza una paio di giorni. L’intervento in sé non è particolarmente complicato ma, purtroppo, necessita di tempi di recupero piuttosto lunghi. Non a caso, l’Alessandria si è subito cautelata: è già arrivato l’esperto Agazzi che andrà a colmare il vuoto lasciato dall’estremo difensore di Prato. L’ex del Cagliari avrà come alternativa il giovane Pop, che ha sulle «spalle» solo 13 partite tra i professionisti, mentre il giovane Varesio, uscito dalla Berretti e attualmente a Bardonecchia ad allenarsi con la prima squadra, verrà mandato in serie D per fare esperienza.  Continua a leggere…..