venerdì 14 luglio 2017

Russiagate, Trump jr "festeggiava" via email la prospettiva di infangare Hillary Clinton

Di fronte alle rivelazioni continue della stampa, il figlio del presidente ha pubblicato sul suo profilo Twitter il contenuto dei messaggi che scambiò con un ex collaboratore del padre per preparare l'incontro con l'avvocatessa vicina al Cremlino. Donald jr ha assunto come suo legale Alan Futerfas. E spunta l'ombra di Assange sulla vicenda
NEW YORK -  "I love it!". Eccola, l'email che inchioda Donald Trump Jr., il figlio del presidente americano, da giorni nella bufera mediatica per i suoi contatti con la Russia in campagna elettorale. Dopo lo scoop del New York Times su un sospetto incontro tra lui e un'avvocatessa molto vicina al Cremlino, i dettagli emersi sempre più scomodi e le successive, fragili smentite dell'interessato, il giovane Trump ha ceduto. E, messo alle corde, ha pubblicato online interamente lo scambio di email incriminato. Tutto in un tweet. Che ora potrebbe mettere seriamente nei guai suo padre, il presidente americano Donald Trump, che per ora si limita ad approvare la scelta di pubblicare quei messaggi: "Mio figlio è una persona di alta qualità, plaudo alla sua trasparenza". Continua a leggere……