lunedì 3 luglio 2017

Ricordo di Manlio Mazziotti di Celso


"Ricordiamo il professore Manlio Mazziotti, decano dei costituzionalisti italiani, figura nobile e autorevole. A lui si devono alcune tra le più pensose pagine di commento alla nostra Costituzione. 
Fu tra i primissimi, non soltanto in Italia, a capire che anche i diritti di libertà, al pari dei diritti sociali, hanno un costo e richiedono un'azione dei pubblici poteri. 
La sua profonda cultura umanistica gli permise una visione globale del diritto costituzionale e del costituzionalismo. 
Per formazione, sensibilità e cultura potremmo considerarlo un cattolico liberale alla Manzoni, espressione di quel vivaio di intelligenze che è la terra cilentana. Insomma un grande: come persona, come italiano, come meridionale. La sua numerosa e articolata famiglia, così come i tanti allievi e amici, ne possono andare giustamente fieri."
Così il prof. Renato Balduzzi, consigliere Csm, commenta la morte, a 98 anni di età, del prof. Manlio Mazziotti di Celso, decano dei costituzionalisti italiani.
Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi