venerdì 21 luglio 2017

QUANDO ARRIVERÀ LA MIA ULTIMA ORA, Anna De Filpo


QUANDO ARRIVERÀ LA MIA ULTIMA ORA
Quando arriverà la mia ultima ora,
l'ultima segnata dal tempo,
niente pianti!
Portami con te, angelo del firmamento!
Fa' ch' io non senta le suole,
che non viva lo strazio dell' addio,
che non oda il vento
stormire tra le fronde,
che non abbia memoria delle rondini,
dei figli che lascio e del tempo,
prima che mi converta al mutamento!
Disperdi dal mio cuore
lo sciabordìo delle onde,
l'odore della risacca sul mare,
e dei gabbiani, il volo,
le barche, in cerca di speranza,
e l 'orizzonte lontano!...
Fa' che non mi scuota in addio
la vista dei papaveri della terra natìa
coi suoi campi assolati di grano!

E...
carezza che abbia amato, mi sia lontana!
Non voglio ricordare nessun bacio,
nessun affetto,
nessuna pagina d'amore,
perchè non senta la mia carne
sanguinare!
Nascondi alla mia vista i sogni
di cui ho vissuto, discesi tra le dita
per la poesia del cuore!
Lascia che io divelga le radici,
dentro la grande luce, nel nulla dei rumori,
non rimpiangendo le cose e gli amici,
ed accompagnami leggera
nel punto in cui tutto ebbe inizio,
dove di più si gonfia l'assoluta chimera!
Lascia che io mi sposi alla dissolvenza
sì, come il vischio si adorna
nel grande gelo, al suo ramo d'inverno.
DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO @ COPYRIGHI
21/07/2017