giovedì 6 luglio 2017

Morto Navarro Valls, fu portavoce di papa Wojtyla. Burke: "La grazia sotto pressione"

Ottant'anni compiuti lo scorso novembre, era malato da tempo. A diffondere la notizia la Sala Stampa Vaticana che diresse per oltre 20 anni prima con Giovanni Paolo II e per un breve periodo con Benedetto XVI. Quando fu chiamato in Vaticano rispose: "Ma come si fa dire di no a un Papa?"
CITTA' DEL VATICANO - È morto Joaquín Navarro Valls, a lungo direttore della sala stampa vaticana, portavoce di Giovanni Paolo II. Ottant'anni compiuti lo scorso novembre, era malato da tempo. Una vita lunga e piena, durante la quale ha ricoperto in maniera instancabile, l'incarico di messaggero pubblico di Wojtyla. Con discrezione è stato interprete fedele e attento di una delle figure più autorevoli e incisive del secolo scorso.Restò dietro il Papa e di fronte ai giornalisti per più di vent'anni, raccontò viaggi, consegnò parole, le tradusse, ne fece titoli, dal 1984 fino alle dimissioni, che rassegnò l'11 luglio 2006 quando papa Ratzinger nominò come suo successore il presbitero gesuita Federico Lombardi. Fu Navarro stesso, dopo aver continuato il suo lavoro per oltre un anno, a chiedergli di essere sollevato dall'incarico. Dal 2007 fu presidente dell'Advisory Board della Università Campus Bio-Medico di Roma. Continua a leggere……