lunedì 3 luglio 2017

Milan, ecco le 6 perle del mercato. E non è ancora finita...

Calhanoglu ultimo acquisto di un mese di rivoluzione rossonera. Mirabelli e Fassone però promettono di continuare. E presto potrebbero risolvere il rebus Donnarumma
Fremono i preparativi in casa Milan, per quella che sarà la prima stagione dell'era cinese. Quella del ritorno in Europa (League) e quella che, almeno secondo i piani stabiliti in Via Aldo Rossi, deve coincidere con il rilancio definitivo. L'occasione è di quelle importanti insomma, e il Milan per tornare tra le grandi si sta facendo bello, costruendo una collana di perle davvero niente male. Per ora sono sei: Musacchio, Kessie, Ricardo Rodriguez, André Silva, Borini e (da ufficializzare, ma siamo ai dettagli) Calhanoglu. Sei acquisti nuovi di zecca, e il bello - per i tifosi rossoneri - è che la collezione è destinata ad arricchirsi ulteriormente...
UNO TIRA L'ALTRO... — Per evitare di fare confusione, riavvolgiamo il nastro di questo scoppiettante inizio di mercato estivo a tinte rossonere. Iniziato presto, molto presto. Nemmeno il tempo di mandare in archivio il campionato 2016/17 - chiuso con il k.o. indolore di Cagliari - ed ecco il primo arrivo ufficiale, datato 30 maggio: Mateo Musacchio. Con 18 milioni il Milan strappa il difensore argentino al Villarreal, chiudendo di fatto una trattativa già avviata un anno prima da Adriano Galliani. Passano tre giorni,e i rossoneri battono il secondo colpo: Franck Kessie, per cui è stata superata l'agguerrita concorrenza della Roma. Il centrocampista ivoriano arriva dall'Atalanta in prestito biennale con obbligo di riscatto, per una cifra complessiva di 28 milioni (di cui 5 pagati subito, e 23 tra due stagioni). Mirabelli e Fassone (che aveva annunciato di voler arrivare a luglio con la squadra completa al 60-70 per cento) ci prendono gusto: tra il 7 e il 12 giugno arrivano Ricardo Rodriguez dal Wolfsburg (15 milioni) e André Silva dal Porto (38 milioni). Uno tira l'altro, un po' come con le ciliegie. Magari molto costose, nel caso dei rossoneri, ma in prospettiva ricche di gusto. Continua a leggere……