martedì 4 luglio 2017

Migranti, c’è l’intesa con Francia e Germania, Gentiloni: “Ora fatti concreti”

Accordo raggiunto durante il vertice tra ministri dell'Interno a Parigi. Il premier: "Chiediamo una condivisione Ue"
“L’iniziativa italiana ha prodotto dei primi risultati e mi auguro che generino effetti concreti”. Lo ha detto Paolo Gentiloni commentando l’intesa raggiunta tra i ministri dell’Interno di Italia, Germania e Francia sulla gestione dei flussi migratori. “L’Italia intera – ha aggiunto il premier – è mobilitata per far fronte ai flussi e chiede una condivisione Ue che è necessaria se si vuole tener fede alla propria storia e ai propri principi. E’ necessaria per l’Italia per evitare che i flussi diventino insostenibili alimentando reazioni ostili nel nostro tessuto sociale”.L’accordo vede tra i punti qualificanti la regolamentazione delle azioni e dei finanziamenti delle Ong e più fondi per consentire alla Libia il controllo delle coste. Sul primo capitolo si innesta la necessità di dare un ruolo più forte di coordinamento alla Guardia costiera. E altro tema centrale è quello relativo alla ricollocazione dei migranti. Non sarà facile imporre una linea in un’Europa con paesi refrattari, finora, a una collaborazione fattiva, che chiedono – Francia compresa – di distinguere bene tra migranti economici e rifugiati, visto che solo questi ultimi hanno realmente diritto a una protezione. Ma con l’incontro di Parigi è stato fatto un passo avanti e messo qualche punto fermo. Continua a leggere……