mercoledì 5 luglio 2017

Mi guardi, Salvatore Monetti


Mi guardi
fermando la sera
che lieve s’avvia nel regno delle ombre.
Fragranti rose silenziose
si cullano all’ultimo sole.
Il cuore palpita turbato e silenzioso
sprigionando una visione
spinta e acuta
tra carne e spirito
tra carezze e sensi
tra labbra aperte
e mani composte
perché son certo
che canterai le mie odi
sul ventre di una solitudine folle!
Salvatore Monetti