sabato 29 luglio 2017

M5S: “Diciamo NO al Ceta per tutelare le nostre imprese e per salvaguardare la salute dei consumatori”

La battaglia, condotta al Parlamento europeo da Tiziana Beghin, approda ora nei Comuni e nelle Regioni italiane
Il CETA, vale a dire il trattato di libero scambio tra UE e Canada approvato dal Parlamento europeo lo scorso 15 febbraio 2017, va contrastato in ogni sede e luogo istituzionale.
Si tratta di una battaglia che, grazie all'eurodeputata Tiziana Beghin, ha visto fin dalle prime battute il MoVimento 5 Stelle in prima linea: un “no” forte e chiaro più volte manifestato contro un accordo che annienterà le nostre PMI e metterà in serio pericolo la salute dei consumatori, e che ha trovato il puntuale supporto dei consiglieri di Alessandria Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo, sempre pronti a schierarsi dalla parte dei cittadini.
Il CETA è da ritenersi dannoso perché a fronte di una crescita del PIL stimata in un ridicolo 0,01% annuo – e che è stata valutata attraverso l'utilizzo di modelli econometrici le cui premesse sono irrealistiche, includendo l’esistenza della piena occupazione e della perfetta mobilità intra-europea - permetterà alle grandi multinazionali di aggredire il nostro mercato e di intaccare la nostra legislazione nazionale grazie alla presenza dell'Investment Court System, una clausola che consente alle Corporation di fare causa agli Stati qualora questi, con una propria legge, ledano i loro profitti.

Una spada di Damocle inaccettabile che si aggiunge ai pericoli per la salute dei consumatori, considerati gli standard produttivi notoriamente più bassi del Canada, e all'attacco al Made in Italy, visto che il CETA tutela solamente 41 delle 288 IGP e DOP italiane registrate.

Il MoVimento 5 Stelle è soddisfatto che il consiglio del Comune di Alessandria abbia approvato l'ordine del giorno in cui si sollecita il Sindaco e la Giunta a porre in essere ogni azione necessaria affinché il Parlamento italiano non autorizzino l'entrata in vigore del CETA, e ricorda come una mozione contro il trattato verrà discussa anche nel Comune di Acqui Terme durante una seduta straordinaria convocata dal Sindaco del MoVimento 5 Stelle Lorenzo Lucchini per il prossimo 31 luglio.

Tiziana Beghin, Parlamento Europeo
Paolo Mighetti, Regione Piemonte
Serra Michelangelo, Comune di Alessandria
Francesco Gentiluomo, Comune di Alessandria