mercoledì 26 luglio 2017

L'usignolo, Aiello Giuseppe Captain


L'usignolo
Rubero.... ! 
Le ali ad un Usignolo
Per poter volare li da TE.....
Ma il pensier mi tradisce
La paura mi ferisce
Il desiderio si abbelisce
Sembra una pazzia 
Oppure una dolce Melodia ?

Con le Ali mi farò trasportare 
Nella città dei Sogni.
Prima di entrare dovrò bussare
Per farmi Aprir.....

Venne ad aprire una bellissima
Fata dal nome Turchina
Che era una brava birichina.

Dimmi mio dolce Usignolo 
Cosa cerchi ?
Un albero?
Da mangiare ?
Una famiglia​ ?
Mia cara Fatina quello
Che cerco neanche 
Lo troveremo ?

non cerco né un ramo
Dove dormire,
ne da mangiare
Né una famiglia.
Tristemente sono solo.

Cerco la mia anima gemella.
Con cui posso donare tutto
Il mio affetto,amor,creare
Una famiglia
Aver figli
Ecc.

Questo mi implica ad vivere
Eternamente, però solo nel
Mondo umano è possibile.
Oppure nei sogni.
D'incanto la fatina prese la
Bacchetta magica ed
Trasformo  l'usignolo in un
Bel principe.

Scritta da 
Capitano
Aiello Giuseppe
Foto da Web : 
Affresco proveniente
Dalla Casa del Bracciale
D'oro (Pompei)
Ogni diritto riservato