sabato 1 luglio 2017

LUGLIO, Roberto Busembai


Esplode il sole sulle spiagge
e bolle il mare
sulle rive aride e ricche
di colori e suoni, in lontane
isole o lidi, 
costumi stretti o nudi esposti,
conchiglie miste stelle marine,
palette e secchiellini
bambini e donne formose,
bagnanti comuni,
petti e tartarughe in seno.
Esplode il sole sulle praterie,
grani maturi, gialli di ginestre,
cocomeri e meloni in canestri,
farfalle multicolori e 
ampi girasoli,
ruote di paglie e fieni,
cieli sereni sovrapposti
a pochi cieli torbidi
o nuvole perse e ignorate,
orti ricchi di ogni specie
albicocche e pesche come frutti
e corse sopra prati verdi
e colline variegate
di erbe medicinali viola
come viola sono profumate
lavande sbocciate 
su seconde rose sfiorite.

Esplode il sole sulle voglie,
amori nascenti e altri perdenti,
cotte dei primi giovanili sentori,
drammi di altri finiti 
sulle promesse della stagione,
ricordi di un passato e
progetti di un futuro migliore,
e baci e carezze sui lunghi moli,
amori consumati sulla riva
luna "guardona", o dentro
improvvisati giacigli
di fieni dentro stalle,
e complici le stelle
che fanno da padrone.
Esplode Luglio e tutto 
colora e canta,
amore sovrasta e 
l'estate urla.
Roberto Busembai (errebi)