lunedì 3 luglio 2017

L’estate della grande paura: misure di sicurezza record per i 5 mila eventi a rischio

Piazze, spiagge e stadi: uno spiegamento di polizia mai visto per blindare serate e spettacoli in tutto il Paese
Barriere mobili, prefiltraggio del pubblico, bonifica delle aree a rischio, piani di evacuazione. Così 19 volte al giorno, in tutta Italia. Sono 1700 i principali “eventi musicali aperti al pubblico” nell’estate della grande paura. «In realtà sono più del triplo», spiegano i sindacati di polizia: da luglio a settembre su 8mila comuni italiani la metà organizza manifestazioni che richiedono la presenza delle forze dell’ordine. Oggi, secondo l’indice internazionale Red 24, l’Italia è a rischio “medio” di attacco terroristico (come Spagna e Germania): finora si è salvata per l’esperienza maturata negli anni di piombo, l’uso delle intercettazioni, la scarsità di immigrati di seconda e terza generazione. Dal comitato di analisi strategica del Viminale sono usciti gli standard di sicurezza che organizzatori e amministrazioni locali devono rispettare negli eventi di piazza. Continua a leggere…….