sabato 15 luglio 2017

Lei si chiamava Rag Time Josey

by Pier Carlo Lava
Si chiamava Rag Time Josey era un Quarter Horse black e proveniva dal Wisconsin era arrivata insieme ad altri quindici Quarter Horse in aereo in un allevamento in provincia di Parma. 
La vidi in mezzo agli altri, me la fecero provare nella zona circostante e fu subito amore a prima vista. 
All’epoca cercavo un cavallo affidabile per le passeggiate in campagna per staccare la spina dal lavoro prevalentemente a fine settimana quando tornavo a casa.
Diventò subito l’unico motivo di svago perchè appena avevo un momento libero correvo al maneggio, a volte anche solo per strigliarla mi piaceva tenerla pulita e verificare se la lettiera del box era ben fatta, se il fieno era  di qualità e poi la lasciavo libera nel paddock, dove si faceva delle grandi sgroppate
Altre quando avevo più tempo, gli mettevo la sella per la monta western, le briglie e poi facevamo delle lunghe passeggiate in campagna nella zona vicino al maneggio. 
Non mi ha mai dato problemi (c’erano cavalli che fuori in campagna si spaventavano e creavano non pochi problemi) lei era equilibrata, mi capiva al volo quando volevo partire al galoppo, al trotto o semplicemente al passo. 
Quando la presi aveva appena tre anni, furono tredici anni bellissimi, nei quali la vidi crescere e maturare ulteriormente, ma purtroppo come sempre succede nella vita prima o poi tutto finisce... a volte anche per scelte sbagliate delle quali poi ti penti, ma a quel punto non c’è più niente da fare!... ci siamo lasciati... e non ho mai più saputo che fine ha fatto... ogni tanto ci penso... e mi rammarico della decisione che stupidamente avevo preso!. Da allora sono passati molti anni, perciò non credo che sia ancora in vita. Questa è la prima volta che riesco a scrivere di lei, ciao Rag Time Josey ti immagino lassù a correre felice nei pascoli del cielo...

Ma quali sono le caratteristiche del Quarter Horse?, ecco cosa si trova su Wikipedia:
I Quarter Horse sono cavalli americani, derivati da incroci tra purosangue inglesi, mustang (cavalli rinselvatichiti dei primi coloni) e cavalli di razza spagnola (arrivati con i primi viaggi versoil Nuovo Momndo). Questa razza è così chiamata poiché è la più veloce nel quarto di miglio . Su distanze maggiori i cavalli più veloci restano comunque i purosangue inglesi). Tuttora lo stud book del Quarter Horse è aperto all'immissione di purosangue inglesi.
I quarter non hanno uno standard di razza in quanto c'è molta differenza fra un quarter da corsa, uno da lavoro e uno da gara. Ma le caratteristiche sono più o meno le stesse; per il reiningnon si andrebbe a comprare di certo uno da corsa perché privo di galoppo corto e testa bassa; dipende dall'utilizzo che si fa del cavallo. Il Quarter Horse non ha una grandissima resistenza, e dal Purosangue inglese ha ereditato gli zoccoli piuttosto piccoli, che lo rendono vulnerabile a diverse forme di zoppia, vista la mole imponente del cavallo.
Ha la fronte larga e con occhi ben espressivi, le orecchie mobili, dritte e piccole, le ganasce molto sviluppate: tutto questo in una testa che nel contesto dell'animale deve restare piccola.
Quarter horse 
L'incollatura è leggermente arcuata e muscolosa, non sproporzionata. Il garrese è ben definito e il petto ampio, dorso breve dritto e muscoloso; la groppa muscolosa e a volte doppia, attaccatura della coda leggermente bassa, spalla inclinata e abbastanza lunga; gli arti sono robusti con articolazioni larghe e asciutte e gli stinchi hanno i tendini anche loro ben asciutti e staccati, pastorali di lunghezza media e infine piedi piccoli ma ben conformati e forti.
Mantello: 
Baio: mantello marrone, rossicci e criniera e coda neri.
Morello: Completamente nero.
Sauro: colore del mantello rossiccio o rosso ramato, coda e criniera solitamente dello stesso colore, talvolta bionda.
Roano rosso: mantello misto, più o meno uniforme di peli bianchi e rossi, solitamente più scuri sulla testa che sulle zampe; può avere coda e criniera nera, rossa o bionda.
Palomino: mantello biondo, dorato e criniera chiara
Buckskin: nella monta inglese conosciuto come"isabella",il manto può essere sia di un marrone chiaro uniforme, che trotato, o dorato, solitamente caratterizzato da una linea mulina che parte dalla criniera sino la coda, criniera nera, coda nera e carbonatura nera sulle zampe.
Indole ed attitudini
Possiede quello che gli americani chiamano good mind ovvero intelligenza mista a disponibilità verso l'addestramento e apprendimento, buon carattere, costanza e affidabilità. È sempre attento ai comandi del cavaliere e se si è in sintonia si può dimostrare vivace e giocherellone. Il quarter horse è molto versatile: dal lavoro di mandriano, a numerose discipline sportive di monta sia americana che inglese compresi attacchi, salto, e galoppo su brevi distanze. È perfetto per la scuola, passeggiate ed ippoterapia. È docile e intelligente. Utilizzato dai cowboy, si destreggia bene nelle attività che richiedono cow sense. Tra le specialità sportive in cui è coinvolta questa razza: rening, western pleasure, barrel, ranch sorting, team pennng, pole bending, cutting e rooping.
Il registro della razza, depositato presso la sede della AQHA (American Quarter Horse Association) ad Amarillo in Texas, contiene tutti i documenti degli esemplari appartenenti alla razza per i quali il proprietario abbia effettuato la registrazione. Il registro è diviso in due sezioni: in una sono registrati i cavalli figli di due quarter horse mentre nell'altra i cavalli figli di un quarter e di un purosangue inglese iscritto a jockey club; questi ultimi esemplari, pur essendo a tutti gli effetti quarter, sono denominati Appendix (o Quarter Racer) e sono molto portati per le corse al galoppo e varie discipline di monta inglese.
L'altezza del quarter horse è molto variabile, viste le diverse tipologie riscontrabili all'interno della razza: possiamo trovare esemplari alti 150 cm al garrese e cavalli di 165 cm (soprattutto gli appendix).