giovedì 6 luglio 2017

La prima “uscita” del Sindaco al concerto di “Alessandria Barocca e non solo…”

Nel suggestivo scenario del cortile di Palazzo Cuttica di via Parma ad Alessandria, il Sindaco della Città, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha partecipato ieri sera, 5 luglio, al concerto proposto nell’ambito della VIII edizione del Festival Internazionale “Alessandria Barocca e non solo…” organizzata dall'Associazione Pantheon.
Si è trattato della prima “uscita”, come Sindaco, a un concerto di musica nella Città di Alessandria e il repertorio in programma — riassunto nel titolo “Notte di musica, note di cinema” eseguito dall’Ensemble Lorenzo Perosi (Marcello Bianchi, Valerio Giannarelli – violini, Maurizio Redegoso – viola, Claudio Merlo – violoncello, Daniela Demicheli – pianoforte) e con le proposte video tratte da celeberrimi film e curate da Giacomo Bianchi e Giulio Arecco — è stato particolarmente apprezzato dal Primo Cittadino così come dal numeroso pubblico presente per l’occasione.
Nell’introduzione al concerto, la Direttrice artistica del Festival Daniela Demicheli, ha ceduto la parola al Sindaco per un commento e un saluto benaugurale. Questo è quanto ha dichiarato il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

«Sono molto contento di essere presente a questo importante concerto che si tiene in un luogo significativo per la nostra Città: un luogo storico e la sede del nostro Conservatorio di Musica.
Vi è poi un secondo aspetto che non posso non sottolineare, ossia il fatto che questa è la mia prima “uscita” come Sindaco per partecipare a un rilevante evento concertistico che vede una presenza così numerosa di pubblico.
La ragione di questa rilevanza artistica va indubbiamente ricercata nella scelta alla base di un Festival come questo che ha inteso ispirare e condensare la propria peculiarità in un titolo che ritengo particolarmente azzeccato.
“Alessandria Barocca e non solo…” ci dice, per un verso, dell’apertura di vedute circa il repertorio (e la scelta del programma musicale di questa sera è una felice testimonianza) e, per altro verso, che questo Festival intende proporre e condividere con la comunità alessandrina percorsi di valorizzazione artistica e musicale nelle Chiese ed edifici storici della Città e del suo territorio
provinciale.
Credo che questi due elementi — uniti al fatto che non si tratta di concerti “una tantum”, ma di un filone di proposte di grande prestigio artistico e musicale che ormai onorano Alessandria da otto edizioni — siano il fattore che spiega una partecipazione così numerosa questa sera e pure la mia personale soddisfazione di essere qui con voi a celebrare insieme la bellezza della musica strumentale e la poetica dell’accostamento tra l’ascolto di indimenticabili colonne sonore proposte dell’Ensemble Lorenzo Perosi e la visione di scene di film che hanno fatto la storia del cinema mondiale».