lunedì 24 luglio 2017

Industria 4.0, avanti con gli incentivi

Contributi dimezzati per i giovani. I provvedimenti allo studio per la manovra d’autunno: tasse ridotte per chi assume. Nuovo credito d’imposta per la formazione e l’iperammortamento sarà ampliato
Visto che il sentiero resta sempre abbastanza stretto, come ricorda di continuo il ministro Padoan, il governo in vista della prossima legge di Bilancio punta a selezionare con cura gli interventi per individuare quelli che possono dare i risultati migliori. Giovani e occupazione sono le priorità riconosciute da tutti e quindi due saranno i pilastri portanti della manovra d’autunno: taglio del cuneo fiscale e nuova spinta agli investimenti. A partire dal programma Industria 4.0 messo in campo dal ministro dello Sviluppo Calenda che in questi mesi sta già dando importanti risultati (basta vedere l’impennata di investimenti in macchinari e nuove tecnologie) e che quindi verrà ulteriormente potenziato. In particolare al Mise pensano di prorogare tutti gli attuali incentivi e di potenziare i tanti strumenti già messi in campo, dal Fondo di garanzia alla legge Sabatini, all’iperammortamento del 250% riservato specificatamente all’innovazione e che dal 2018 riguarderà un elenco più ampio di beni incentivabili. Continua a leggere……