sabato 1 luglio 2017

Il “santuario delle moto” vietato al raduno dei centauri più antico d’Europa: è la prima volta in 71 anni

Il rettore ha negato l’autorizzazione: quest’anno le moto non entreranno in chiesa
Quest’anno le moto non entreranno in chiesa. Lo annunciano infastiditi dal Moto Club Madonnina dei Centauri, svelando che le hanno provate tutte per convincere il rettore del santuario e il vescovo. Niente da fare: moto fuori dalla chiesa di Castellazzo Bormida, quelle della Madonnina dei Centauri. È la prima volta che succede, dopo 71 edizioni.  Qualche attrito si era percepito già l’anno scorso, con le moto in chiesa relegate al fondo, per decisione del rettore del Santuario di Castellazzo (che in realtà manco le avrebbe volute, tra le navate). Quest’anno è riuscito a ottenere «carta bianca» da Guido Gallese, vescovo di Alessandria, e all’organizzazione ha rifilato un secco «no».  Ci sarà una protesta: le moto staranno fuori? Allora anche i primi centauri. E il raduno internazionale (che sarà dal 7 al 9 luglio) perde di fascino. Senza le moto in chiesa - tradizione nata qui, in provincia di Alessandria - non è più la stessa cosa.