domenica 16 luglio 2017

HAI GLI OCCHI, Vittorio Zingone


HAI GLI OCCHI
Hai gli occhi
come quelli d'una bimba
quando mi guardi
satura d'amore.
Quando al mattino
sorgi nuda e bella
dal fianco mio
come una sirena,
guardo e taccio,
ma ardo di passione.
La donna è pregna 
di svariate forme 
che fanno impallidir 
la geometria, 
ma hanno ancor di più 
al loro attivo un richiamo 
che varca il contingente.