sabato 1 luglio 2017

Germania, via libera dal Bundestag ai matrimoni gay

Approvata a maggioranza con 393 voti a favore e 226 contrari la legge che garantisce pari dignità alle nozze tra persone eterossessuali e omosessuali. La Merkel si è espressa per il no ma ha lasciato libertà di voto ai deputati della coalizione
Il matrimonio gay è legge: il Bundestag lo ha approvato a maggioranza, dopo un infuocato dibattito, con i voti della Spd, della Linke e dei Grunen. Angela Merkel, che all’inizio della settimana aveva annunciato la storica decisione di lasciare libertà di voto alla Cdu, ha votato contro, così come il capogruppo del partito, Volker Kauder.La legge che garantisce pari dignità tra le nozze tra persone eterosessuali e omosessuali era stata proposta dai socialdemocratici dell'Spd, e aveva ricevuto il via libera anche di Angela Merkel ma lasciato ai deputati della Cdu libertà di coscienza. La votazione si è conclusa con 393 voti favorevoli, 226 contrati e 4 astenuti.  "Per me il matrimonio - ha affermato la Merkel prima della votazione - è fondamentalmente un'unione fra uomo e donna, e per questo ho votato contro".In Germania esistono da anni le “eingetragenen Partnerschaften”, le unioni civili, ma Merkel si era sempre espressa contro un’equiparazione con il matrimonio tra uomo e donna. Qualche giorno fa la spiazzante dichiarazione, che ha sostanzialmente annientato un argomento da campagna elettorale della Spd.