sabato 29 luglio 2017

Ex operai di Casale Monferrato nella class action contro l’Eternit in Brasile

Eternit operò in Sudamerica a partire dagli Anni 40 (col nome Civilit, del marchese Stefano Cattaneo Adorno di Genova) e poi fu acquistata a inizio ’60 dalla famiglia Schmidheiny
Una class action, in Brasile, per chi ha lavorato e si è ammalato di amianto nella Eternit che operò laggiù a partire dagli anni ’40 (col nome Civilit, del marchese Stefano Cattaneo Adorno di Genova) e poi acquistata al inizio ’60 dalla famiglia Schmidheiny. Lavorarono là anche dei casalesi. Uno di loro, Italo Ferrero, accompagnato da Bruno Pesce dell’Afeva (l’associazione famiglie delle vittime), ai primi di agosto sarà a Rio e a Brasilia per affidare agli avvocati locali la delega a rappresentarlo nella class action.  Ci sono anche altri casalesi o loro eredi che seguiranno l’esempio. Intanto, il 10 agosto la Corte Costituzionale si pronuncerà sulla legittimità delle norme già adottate in 10 Stati del Brasile per la messa al bando dell’amianto.