venerdì 28 luglio 2017

Concessionarie autostradali, la mobilitazione non si ferma: un presidio durante l’incontro al ministero

Fissato il primo agosto al dicastero dello sviluppo economico, con i sindacati
Ci sarà un presidio dei lavoratori e dei sindacati martedì 1 agosto a Roma davanti alla sede del ministero dello sviluppo economico, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sorte delle migliaia di lavoratori delle concessionarie autostradali a rischio in seguito all’approvazione del codice appalti. Il presidio avverrà durante il contemporaneo incontro previsto fra i rappresentanti del personale delle aziende (n particolare il gruppo tortonese Gavio),. Dicono le segreterie nazionali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil: «È ora di dare risposte certe dopo il pronunciamento di Anac in merito al parere richiesto dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti sulla possibilità di conteggiare sui piani quinquennali il limite agli affidamenti diretti dei lavori di manutenzione e progettazione autostradale». E ancora: «Incontro necessario anche per evitare che il parere di Anac produca effetti negativi sulla situazione occupazionale».