mercoledì 13 settembre 2017

Antidoto, ridodicomeeromesso


Antidoto
Ho solo altri dieci minuti per scrivere questo testo
Me ne sto andando , anche se è presto
Non me ne frega niente del resto
A me frega solo di scrivere
Ma prima di scrivere devo vivere
Il tempo mi scivola dalle mani
Da quando ne ho fatti diciotto

Stavo male
Con te non stavo giocando
Me ne stavo andando
Ma poi ho detto “fanculo, resto ”
Cercavo solo un pretesto
Per restare
Ma tu facevi fatica a trovarlo

Magari preferivi vedermi lontano
Le persone più sono lontane più si amano
Una volta lontane crediamo di aver capito il loro valore
Ma in realtà è il dolore che da sapore al valore

Mi ricordo di mia madre
Quando era il suo compleanno non voleva regali
Mi disse “ ho bisogno di persone”
“Le cose materiali sono solo una illusione ”

Lei mi abbraccia sempre meno
Perché sa che preferisco essere freddo
Sa che scongelandomi divento fragile
E ferirmi diventerebbe facile.