lunedì 26 giugno 2017

Timida, arrossisco, Elena Milani


Timida, arrossisco
mentre il mio corpo
ti racconta ciò che già
immaginavi.
Ora vedi
i sentieri tracciati
su di un grembo vissuto,
e sorridi dell'infanzia
nelle mie gambe ,
strette ed ostinate.
Mentre il tuo sguardo
cade sul lavoro della mia schiena,
sfiori la seta della mia pelle,
fiore di mandorla.
Il mio corpo ti parla
di ogni mia contraddizione,
di fretta di crescere
che strappa la pelle,
di quella predisposizione
ad essere madre,
di infanzia e maturità
che han fatto a pugni,
di paure e desideri
che, ostili e cedevoli
solo a te ora si arrendono.
Elena Milani

24/6/16