domenica 4 giugno 2017

SU UN TIMIDO FOGLIETTO SPIEGAZZATO, Gianni Regalzi


SU UN TIMIDO FOGLIETTO SPIEGAZZATO
Ombre di Luna in un vecchio ricordo.
Nel giardino incantato
ho rivisto il suo volto
e i suoi occhi velati di pianto
che cercavano quel mondo, celato
tra le pieghe del Suo ed il mio delirio.
Di fiori profumava la Sua pelle,
di quei fiori malati di passione.
Stringevo le Sue mani nelle mie,
ma il freddo ci gelava le parole.
Il tutto dal caso, ma i miei pensieri
premevano violenti nella mente
e dinnanzi si svelava il futuro
travolto dal passato
vergato ad occhi spenti
su un timido foglietto spiegazzato.

Alessandria, 24 dicembre 2012
Gianni Regalzi
(Dalla Raccolta “Silenzi e Pensieri” dir.ris.)
(Foto da Google immagini)