domenica 11 giugno 2017

SPIRITI IN GUERRA, Lugi Maione

SPIRITI IN GUERRA, Lugi Maione

Le mie bugie 
sono pagine segrete di libertà
Ne farei un romanzo 
E lo chiamerei
Misericordia.
io, io, io 
ma chi è io?
Le mie parole sono preghiere ai temporali
e ne farei urli e madrigali
La mia verginità è fallita
la mia vanità è infallibile
sono follia viandante
liquida sulle rampe di giorni e notti.
E rotolo, rotolo
rotolo via
in labirinti a scomparsa
come una moneta caduta dall’universo.

Oh si , sono senza speranza
come tutti gli spiriti in guerra.
L’umidità della mia fottuta esistenza
mi penetra nelle ossa
e io mi sento 
come in questo istante
eternamente
inferiore a me stesso.
Sono zoppo
sordo
cieco
ma ho ancora voce in capitolo
ed è per questo che canto a squarciagola
la vita su un binario morto...

l.m. (mag 2017)